Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
LE RELAZIONI PERICOLOSE. DAL BULLISMO AL MOBBING PROGETTO SOCIALE DI GABRIELE CERVI

LE RELAZIONI PERICOLOSE. DAL BULLISMO AL MOBBING PROGETTO SOCIALE DI GABRIELE CERVI


 
         

 BULLISMO E MOBBING, ECCO COME COMBATTERLI ARTICOLO PUBBLICATO DAL SETTIMANALE IL PICCOLO DI CREMONA E CREMA VENERDI 19 FEBBRAIO 2010

 

 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 

 http://cervigabriele.over-blog.it/article-le-relazioni-pericolose-dal-bullismo-al-mobbing-progetto-sociale-di-gabriele-cervi-con-la-collaborazione-del-cisvol-di-cremona-60426306.html

 
  
http://illabirintodellavita.fotoblog.it/photos/01/01/765971202.jpg

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

                             http://illabirintodellavita.fotoblog.it/photos/01/02/338535703.jpg

LE RELAZIONI PERICOLOSE. DAL BULLISMO AL MOBBING PROGETTO SOCIALE DI GABRIELE CERVI CON LA COLLABORAZIONE DEL CISVOL DI CREMONA

 

BREVE NOTA A MARGINE DEL SEMINARIO: CREDO CHE SIA STATA UNA OTTIMA ESPERIENZA PER TUTTI I CONVENUTI- SE SI PENSA CHE I RAGAZZI HANNO RESISTITO TRE ORE E TRENTA CON UN BREVE INTERVALLO DI 14 MINUTI... QUESTO DIMOSTRA L'INTERESSE CHE HA SUSCITATO QUESTO SEMINARIO IN TUTTI LORO. QUESTO TRA L'ALTRO E' IL PRIMO SEMINARIO (CREDO IN ITALIA) DEDICATO AL BULLISMO E AL MOBBING E CHE HA AVUTO COME PLATEA GLI STUDENTI DELLE QUINTE SUPERIORI. ABBIAMO FATTO CENTRO QUESTO DIMOSTRA ANCORA UNA VOLTA CHE ANCHE CHI COME LA NOSTRA ASSOCIAZIONE CHE NON DISPONE DI RISORSE ECONOMICHE (NON FACCIAMO TESSERAMENTO E NON CHIEDIAMO SOLDI A NESSUNO, CI AUTOFINANZIAMO) SI PUO' CON LA COLLABORAZIONE DELLE ISTITUZIONI PREPOSTE E CON TANTA BUONA VOLONTA' FARE INFORMAZIONE INDIPENDENTE E PURA COME OGGI E' STATA FATTA IN QUESTO CONVEGNO. QUINDI DA PARTE DELLA ASSOCIAZIONE VA UN CALOROSO RINGRAZIAMENTO A TUTTI I NOSTRI COLLABORATORI ISTITUZIONALI E NON. STIAMO VIVENDO IN UNA EPOCA DI GENTE SCHIZZATA ... ALLORA DICO BISOGNA DIFENDERCI DA TUTTI COLORO I QUALI VOGLIONO FARCI DEL MALE...RICORDANDOCI SEMPRE DI NON FARE DI TUTTA L'ERBA UN FASCIO GABRIELE CERVI.


 

LE RELAZIONI PERICOLOSE. DAL BULLISMO AL MOBBING PROGETTO SOCIALE DI GABRIELE CERVI CON LA COLLABORAZIONE DEL CISVOL DI CREMONA

Da anni Cervi Gabriele fa volontariato puro basato sul suo essere cattolico-cristiano,si autofinanzia e questo gli permette di non chiedere soldi a nessuno e nel contempo gli permette quella libertà d'azione senza condizionamenti.. convinto che il bene collettivo si possa fare solo se non si è legati a nessuna parte politica o associativa. I suoi progetti sono tutti sociali e persegue la condivisione rifiutando il mero assistenzialismo che produce solo business. Le persone deboli dello status sociale hanno bisogno secondo Cervi di un aiuto continuativo e disinteressato. Per dare corpo e voce ai sui progetti ha ideato un vero e proprio labirinto online dove tramite blog sociali e senza scopo di lucro riversa le sue idee, progetti, battaglie, proposte. Oltre a ciò su facebook ha fondato  gruppi di interesse sociale.

 


 

 

 

 

 

Gruppo di autoaiuto Contro-mobbing

Sede Legale : Indirizzo : Via Gioconda 3 cell.3408251684

Localita' : CREMONA

CAP :26100

Ulteriori dati : Gruppo nato nel 1998 Caratteristiche : Tipologia del soggetto : ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO ISCRITTA AL REG. REG. (L.266/91-L.R.22/93) Iscrizione albi/registri : REGISTRO REG. VOLONTARIATO (SEZ.PROV.) (L.R.22/93)

Dati sulle attivita : Descrizione finalita' : fornisce supporto, informazione e strategie contro mobbing; sostegno psicologico non terapeutico; indicazioni su procedure legali e civili da poter seguire.

Settore prevalente : ASSISTENZA SOCIALE

Tipologia dei destinatari : Destinatari prevalenti : Utenti: popolazione in generale

NOTA BENE: IL GRUPPO SI AUTOFINANZIA E NON FA TESSERAMENTO IN QUANTO PROMUOVE VOLONTARIATO PURO SENZA SCOPO DI LUCRO. L'AUTOFINANZIAMENTO INOLTRE PERMETTE AL GRUPPO MEDESIMO DI NON SUBIRE ALCUN CONDIZIONAMENTO...

 

IL BULLISMO FRA RAGAZZI

IL BULLISMO DA COMBATTERE

Friday 19 november 2010
 CLICCA QUI: CHOC IN BELGIO Operaio torturato in fabbrica per dieci anni dai colleghi di lavoro Un video documenta le sevizie subite dall'uomo. Venticinque persone sotto inchiesta MILANO - Dentro quelle quattro mura della fabbrica belga di Bergen ha subìto e sopportato ogni sorta di vessazione, abuso e[…]


IL BULLISMO DA COMBATTERE: Susan Boyle: "Perseguitata dai bulli a 17 anni ho pensato di ammazzarmi"

SPETTACOLI
31/10/2010 - LA STORIA

Susan Boyle: "Perseguitata dai bulli
a 17 anni ho pensato di ammazzarmi"

Susan Boyle compirà 50 anni il prossimo 1° aprile

La chiamavano "la Sempliciotta", ora è un'icona culturale: «Sono una combattente e lo dimostro»

BARBERIS ELISA (AGB)

Una vita travagliata travolta da un successo inaspettato: è la storia di Susan Boyle, il talento rivelazione dell'edizione 2009 di Britain's Got Talent che ha toccato il cuore degli spettatori inglesi con la sua voce soave, l'aspetto un po' «vecchio style» e un passato che commuove. Seguitissima su tutti i media fin dal suo exploit sul palco del reality, la 49 enne di umili origini, figlia di un minatore veterano della seconda guerra mondiale e di una stenografa irlandese, continua a stupire con le sue rivelazioni choc. 

Nell'intervista concessa a News of the World ha rivelato di essere stata vittima del bullismo e di aver considerato l'ipotesi del suicidio durante la sua adolescenza. «A 17 anni ho pensato di fare qualcosa di orribile – ha detto – ero una persona danneggiata psicologicamente e ho dovuto chiedere aiuto ad un terapeuta». Un sostegno che ha aiutato Susan ad andare avanti nonostante tutto, che le ha ridonato la fiducia in se stessa per non mollare e infine riuscire a realizzare il suo sogno. «Non è un segno di debolezza, non bisogna averne vergogna». «Ero la mira di un gruppo di ragazzine della peggior specie, quelle che ti logorano mentalmente, mi chiamavano "Susan the Simple" – ha ancora raccontato ripensando alla dolorosa esperienza giovanile che l'ha segnata profondamente -. E' questa la più brutta forma di teppismo». 

La dichiarazione giunge pochi giorni dopo il lancio della sua recente autobiografia The Woman I Was Born To Be e la performance dell'artista davanti a Benedetto XVI a Londra. Nel libro è la stessa Boyle - ultima di 8 figli - a rivelare dettagli della sua vita a partire dalla gravidanza a rischio della madre, già anziana. Se avesse dato ascolto ai medici che le consigliavano di abortire, oggi mancherebbe una delle voci più belle nel panorama musicale internazionale, come dichiarato dai giudici del programma. Ha salvato la cantante solo la fede cattolica del genitore che non ha rinunciato a proseguire la maternità. 

«Appena nata i dottori mi guardarono in modo sprezzante, dal momento che sospettavano avessi avuto danni celebrali a causa di una mancata ossigenazione del cervello. Così dissero a mia madre: “Doveva darci ascolto, adesso dovrà accettare il fatto che Susan non diventerà mai niente di buono”». La «rivincita del brutto anatroccolo» che ha venduto 9 milioni di dischi in sei settimane è ormai storia. Il fenomenale successo su Internet e la simpatia che la Boyle ha riscosso da parte di milioni di persone l'hanno trasformata in breve tempo in un'icona culturale. «Quello che i medici non sapevano è che io sono una sorta di combattente e che durante tutta la mia vita ho cercato di dimostrare loro che avevano torto».

 

"Solo Io", film sul bullismo, trailer ufficiale



 

http://www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=cervigabriele