Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
PUBBLICO&PRIVATO Perché nella lotta politica non c’è posto per i neutrali Basta: dobbiamo puntare sul primato della cultura «Il primato della politica». Quante volte l'ho sentito esaltare,

PUBBLICO&PRIVATO Perché nella lotta politica non c’è posto per i neutrali Basta: dobbiamo puntare sul primato della cultura «Il primato della politica». Quante volte l'ho sentito esaltare,

PUBBLICO&PRIVATO

PERLE DI SAGGEZZA DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO ARCIVIO LETTERE,ARTICOLI, VIDEO

Francesco AlberoniSono onorato di ospitare nel mio modesto blog alcune lettere di ieri e di oggi del professore Francesco Alberoni di cui sono amico online su Facebook. Questa mia scelta è doverosa in quanto  gli scritti del Prof. Alberoni li ritengo importanti per la crescita e la formazione di nuove coscienze a cui questo blog sociale senza scopo di lucro si ispira e ne promuove gli obiettivi sociali rivolti al bene collettivo. Certamente per la formazione di nuove coscienze non basta la lettura di articoli obiettivi e sinceri, ma serve anche da parte di tutti noi una buona dose di onestà, di solidarietà e di amore verso il prossimo. La televisione ormai lottizzata e di parte  è diventata quasi tutta spazzatura e si è sostituita alla stessa scuola. Ma mentre a scuola si insegnano cose positive, valori intramontabili ecc, la televisione tende a distruggere i valori dando corpo alla apparenza, al denaro, allo stato simbolico fondato su mera ipocrisia. Questo vuole essere un piccolo aiuto avendo l'opportunità di fruire di un grande sociologo.

 

Basta: dobbiamo puntare sul primato della cultura

«Il primato della politica». Quante volte l'ho sentito esaltare, soprat tutto negli anni Settanta quando domi nava il pensiero marxista. Per alcuni vo leva dire che i gravi problemi richiedono sempre un intervento politico e quindi è dovere del cittadino democratico parteci pare alla vita politica e prendere posizio ne. Ma per i marxisti voleva dire che tut te le loro attività, la scienza, la filosofia, la morale, la religione, l'arte, l'informa zione devono essere giudicate solo in ba se al loro effetto politico. La lotta politi ca è una guerra fra il bene assoluto e il male assoluto. Bene è ciò che avvantag gia il nostro partito, male ciò che raffor za il nemico. Tutti i mezzi sono leciti per schiacciare l'avversario. Non c'è posto per i neutrali. Onorare, stimare, rispet tare persone di valore che non militano nelle nostre file è sentimentalismo bor ghese. Bisogna ignorarle, svalutarle, de­nigrarle.

Oggi sono pochi coloro che sostengono una tesi simile. Quasi tutti a parole con dannano la politica come odio e scontro fra amici e nemici, però nella pratica quotidiana è quello che fanno. Qualcuno di più, qualcuno di meno, ma i professio nisti della politica e i grandi poteri priva ti o dello Stato sono tutti schierati come in battaglia. Perché essere ipocriti? I giornali, i telegiornali le rubriche di ap­profondimento — salvo eccezioni — so no di parte, citano solo i fatti a loro favo re, vi si sentono accuse feroci. Per cerca re di essere obbiettivi dobbiamo compor tarci come una giuria popolare che ascol ta accusa e difesa e poi arriva alla sua conclusione. Ma l'urlio politico è così vio lento, continuo e pervasivo, da generare una diffusa impressione di non vero.

Il primato della politica intossica an cora la vita culturale italiana, i mezzi di comunicazione di massa, le università, la giustizia, impedisce la selezione dei migliori, distorce la nostra immagine in­ternazionale. Perché usiamo anche i gior nali stranieri e i dibattiti europei per continuare la nostra opera di reciproca diffamazione. Non è affatto vero che un Paese ha i politici che si merita. La socie­tà italiana è più sana della sua classe po litica e di potere. Stando in mezzo alla gente ti accorgi che ci sono persone col te, informate, di grande equilibrio. È fra i politici che trovi più facilmente gente incolta, male informata, ignorante. Mol ti non sanno parlare, non sanno scrive re, hanno un vocabolario poverissimo. No per favore, basta col primato della politica, mettiamoci piuttosto il primato della cultura.

www.corriere.it/alberoni

Francesco Alberoni 
14 dicembre 2009

 

I PARTITI POLITICI: sanguisughe della socità civile


PER VEDERE ALTRE LETTERE-ARTICOLI E VIDEO DEL PROF. FRANCESCO ALBERONI DIGITA I TEMI QUI SOTTO:
FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO (11/11/2010 pubblicato in : LE PERLE DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO )
FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO PERLE DI SAGGEZZA DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO Sono onorato di ospitare nel mio modesto blog alcune lettere di ieri e di oggi del professore Francesco Alberoni di ...
Tanto ormai .... pubblicata da Francesco AlberoniMi è capitato molte volte di lasciare un mio amico o un mio conoscente in condizioni disastrose , o di salute, o economiche, o di carriera. - Renato Zero & Momix Tanto ormai .... pubblicata da Francesco Alberoni il giorno sabato 23 ottobre 2010 […]
PERLE DI SAGGEZZA DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO ARCIVIO LETTERE,ARTICOLI, VIDEO Sono onorato di ospitare nel mio modesto blog alcune lettere di ieri e di oggi del professore Francesco Alberoni di cui sono amico online su Facebook. Questa mia scelta è doverosa in quanto gli scritti del Prof. […]
Di cervigabriele.over-blog.it 
Francesco Alberoni A F. De Bortoli , direttore Corriere della Sera Da: Francesco Alberoni , 28- 6 – 10 Cos’è un maestro ? Un persona che ti insegna qualcosa, come leggere , scrivere, o fare uno (13/11/2010 )
Francesco Alberoni A F. De Bortoli , direttore Corriere della Sera Da: Francesco Alberoni , 28- 6 – 10 Cos’è un maestro ? Un persona che ti insegna qualcosa, come leggere , scrivere, o fare uno ...