Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
Presto Misseri fuori dal calcere

Presto Misseri fuori dal calcere

Il delitto di Avetrana

Sarah, la guerra degli avvocati
Presto Misseri fuori dal calcere

Sabrina, inchiodata dalla confessione fiume del padre, licenzia l'avvocato Conte. Michele potrebbe lasciare la cella già nelle prossime settimane visto che si è ridimensionato il suo ruolo nell'omicidio. La madre di Sarah: "Non ha detto tutta lal verità, copre qualcuno"

di GIULIANO FOSCHINI

AVETRANA - Una ragazza, una presunta assassina, che rischia di passare molti anni, forse tutta la vita, in carcere. Suo padre che invece potrebbe uscire molto presto. I legali di Sabrina che litigano a botta di comunicati stampa, le televisioni che fanno a gomitate per accaparrarsi come ospiti i vari consulenti (che vengono dalla televisione...). Infine una mamma distrutta che dice: "Penso che ancora non ci sia tutta la verità", unica prova la signora Concetta che tutto questo purtroppo non è soltanto un reality show. Sono state ore molto intense quelle che hanno seguito la deposizione fiume di Michele Misseri che venerdì, in dieci ore di interrogatorio, ha inchiodato processualmente sua figlia Sabrina attribuendole tutte le responsabilità dell´omicidio di Sarah Scazzi. 

Un racconto, quello di Misseri, che però continua a non convincere completamente la mamma di Sarah e tutta la famiglia Scazzi. «Non c´è ancora tutta la verità» dice Concetta. «Secondo noi c´è qualcosa di indicibile che ancora Michele Misseri non dice» le fa eco il suo avvocato, Walter Biscotti. «Lo faremo venire fuori nel dibattimento». Il riferimento probabilmente è a qualche omissione sul ruolo di Cosima che forse sapeva e non ha detto. A pochi metri di distanza da Concetta, a casa di Sabrina, proprio Cosima insieme con la figlia Valentina continuava a essere convinta dell´innocenza di Sabrina. «Lei non c´entra, quello si è inventato tutto».

Sabrina intanto, dopo lo stress dell´incidente probatorio, ieri ha deciso di riprendere il pallino del gioco in mano. E a prima mattina, con un fax inviato nella cancelleria del tribunale, ha deciso di cambiare nuovamente avvocato: ha revocato infatti Francesca Conte, entrata nel collegio difensivo appena quattro giorni prima, e ha rinominato Vito Russo. Una mossa che ha fatto scatenare le ire della Conte: «E´ stata una mossa pilotata dall´avvocato Russo – ha spiegato– Mi spiace perché a me hanno insegnato che la difesa tecnica, per essere efficace, deve essere libera da condizionamenti, indipendente, coerente ed onesta, non potendo invece essere legata a speculazioni inconfessabili di ogni tipo: qui c´è qualcuno che ha trasformato in un business una tragedia». Il riferimento, dice, «non è direttamente a Russo ma al mercimonio di atti giudiziari, documentato da inchieste giornalistiche come quella di qualche settimana fa di Repubblica, che non fanno parte del mio stile».

Proprio ieri ci sono state grosse polemiche per il video di un vecchio sopralluogo di Misseri trasmesso da Quarto Grado su Rete 4 e dal Tg 1, che ha mandato le immagini all´ora di pranzo. Alla Conte replica "allibito" l´avvocato Russo. «Gli accordi erano chiari fin dall´inizio: al termine dell´incidente probatorio sarei rientrato io», dice bollando come una bufala o un equivoco un audio nel quale lui già venerdì sera annunciava la revoca della Conte.

Mentre la difesa litiga, l´accusa mette a posto le carte: ieri sono stati analizzati una serie di particolari dell´interrogatorio di Misseri. In aula l´uomo ha mimato, utilizzando il filo del microfono, come ha imbracato Sarah prima di buttarla nel pozzo, raccontato di aver conservato quella corda «perché mi serviva nella vigna», confermato il presunto movente raccontando «che Sabrina voleva Ivano e lui no, gli piaceva Sarah» e ammettendo al termine dell´interrogatorio (seppur dopo un tentennamento) di voler «uscire dal carcere». Il gip Martino Rosati lo aveva domandato per capire, probabilmente, la bontà delle dichiarazioni. La possibilità però non è remota: se la Procura crede alla versione di Misseri, gli può contestare soltanto l´occultamento di cadavere per il quale non è previsto il carcere.

 

Renato Zero - Ave Maria (Rei, di questa cieca ignoranza) by treguazero CANZONE CHE DEDICO A SARAH


shinystat.cgi?USER=cervigabriele