Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
Papa: "Il vento scuote la casa di Dio ma la casa costruita nella roccia non cade

Papa: "Il vento scuote la casa di Dio ma la casa costruita nella roccia non cade

26/05/2012

Papa: "Il vento scuote la casa di Dio ma la casa costruita nella roccia non cade

3348.GIFQUESTO BLOG NON HA SCOPO DI LUCRO E

' DI UTILITA' SOCIALE E FA PARTE DEL LABIRINTO ONLINE CREATO DA GABRIELE PER DIVULGARE IL BENE COMUNE E LE PARI OPPORTUNITA'.

Papa: "Il vento scuote la casa di Dio
ma la casa costruita nella roccia non cade"

Il Pontefice ha fatto riferimento al Vangelo nel breve discorso rivolto questa mattina a 50 mila aderenti al Rinnovamento nello Spirito

"Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia". Benedetto XVI ha ripetuto oggi queste parole del Vangelo, che sono da sempre considerate una promessa di Gesù alla Chiesa, nel breve discorso rivolto questa mattina a 50 mila aderenti al Rinnovamento nello Spirito che ha celebrato i 40 anni di presenza in Italia con una grande adunanza in piazza San Pietro.

L'arresto del maggiordomo. Il Pontefice è intervenuto con chiaro riferimento alle tensioni in Vaticano, dopol'arresto del maggiordomo del Papa 1, Paolo Gabriele, accusato di essere il 'corvo' che ha rubato e diffuso documenti riservati della Santa Sede. Proprio oggi, per la prima volta il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha confermato ufficialmente ai giornalisti il nome del maggiordomo. "Confermo che la persona arrestata mercoledì sera per possesso illecito di documenti riservati, è il signor Paolo Gabriele, che rimane tuttora in stato di detenzione", ha detto Lombardi. L'uomo "rimane tuttora in stato di detenzione". Le indagini vanno avanti finché non si arriverà ad avere "un quadro adeguato della situazione oggetto di indagine". Gabriele, riferisce ancora la nota della santa sede, ha nominato due legali che ha già incontrato. Lombardi ha poi spiegato che i documenti riservati illecitamente detenuti dal maggiordomo infedele del Papa sono stati "rinvenuti nella sua abitazione in territorio vaticano" e che Gabriele "è cittadino Vaticano". 'La fase istruttoria - ha dichiarato Lombardi - proseguirà fino a che non sia acquisito un quadro adeguato della situazione oggetto di indagine, dopodiché il Giudice istruttore procederà al proscioglimento o al rinvio a giudizio. Non ho mai detto che abbiamo già un quadro definito".

SPECIALE Lo scandalo in Vaticano 2
 
Nel discorso di questa mattina il Papa ha fatto riferimento al ruolo della Chiesa nella società contemporanea. "Nella società attuale viviamo una situazione per certi versi precaria, caratterizzata dalla insicurezza e dalla frammentarietà delle scelte. Mancano spesso validi punti di riferimento a cui ispirare la propria esistenza. Diventa, pertanto, sempre più importante costruire l'edificio della vita e il complesso delle relazioni sociali sulla roccia stabile della Parola di Dio, lasciandosi guidare dal Magistero della Chiesa". "Si comprende sempre più - ha poi aggiunto senza esplicito riferimento ai fatti di questi giorni che hanno coinvolto addirittura un suo collaboratore infedele - il valore determinante dell'affermazione di Gesù: "Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia".

 "Occorre rinnovare l'anima delle istituzioni e fecondare la storia con semi di vita nuova", ha spiegato il Papa, aggiungendo che "oggi i credenti sono chiamati ad una convinta, sincera e credibile testimonianza di fede, strettamente unita all'impegno della carità. Per mezzo della carità, infatti, anche persone lontane o indifferenti al Messaggio del Vangelo riescono ad avvicinarsi alla verità e convertirsi all'amore misericordioso del Padre celeste". "Servono uomini e donne che sentano l'attrazione del Cielo nella loro vita, - ha aggiunto in un ulteriore passaggio - che facciano della lode al Signore uno stile di vita nuova. E siate cristiani gioiosi".

LogoAvvenire

LA STRATEGIA DELLA TENSIONE

Chi sono i veri nemici del Papa in Vaticano

Sospetti, veleni e Pontefice isolato: ora nei palazzi di

Joseph Ratzinger regna il terrore

Chi sono i veri nemici del Papa in Vaticano

In Vaticano regna il terrore


Dopo la cacciata di Gotti Tedeschi, un altro fedelissimo del Santo Padre viene allontanato.  E intanto ci si prepara alla successione del segretario di Stato Bertone

Scatta la strategia del terrore per isolare il Papa. Ieri gli hanno messo in galera il maggiordomo. Ma l'obiettivo finale della guerra in corso è lui. Lo scopo è minare la sua autorità. Per un po’ hanno tentato di gettargli fango addosso strumentalizzando gli scandali dei preti pedofili. 

Poi c'è la questione della nomina e della sostituzione dell’attuale segretario di Stato della Santa Sede, cardinale Tarcisio Bertone, che da più parti è considerato il vero regista degli ultimi sviluppi giudiziari. Ammettere che il primo ministro del Vaticano non si è rivelato all’altezza del suo compito, dunque, è un’ardua decisione da prendere. Anche se giovedì aveva licenziato il banchiere del Papa, Ettore Gotti Tedeschi, sul quale erano piovute le solite accuse di aver passato carte ai giornalisti. Nel mirino ci sono persone descritte come devotissime del Vicario di Cristo, al quale si cerca di fare il vuoto intorno.

Regna il terrore in Vaticano. Chiunque transiti nel territorio della Santa Sede rischia ora di essere scambiato per un corvo espiatorio. Basta organizzare a suo danno un ritrovamento di carte come la mole, definita «ingente», di documenti riservati sequestrata dalla gendarmeria vaticana nell’abitazione di Paolo Gabriele.


Le notizie quotidiane