Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
Padri e figli con il digitale ora si capiscono di più di Francesco Alberoni Per porre domande a Francesco Alberoni cercatelo e scrivetegli su facebook

Padri e figli con il digitale ora si capiscono di più di Francesco Alberoni Per porre domande a Francesco Alberoni cercatelo e scrivetegli su facebook

INTERVISTA A FRANCESCO ALBERONI



shinystat.cgi?USER=cervigabriele

Padri e figli con il digitale ora si capiscono di più di Francesco Alberoni

 

  • Per porre domande a Francesco Alberoni cercatelo e scrivetegli su facebook



 

Padri e figli con il digitale ora si capiscono di più

 

di Francesco Alberoni

 

E' aumentata o diminuita la distanza fra le generazioni? Quasi tutti dicono che è aumentata. Ma è vero? Sappiamo di certo che la grande frattura è avvenuta negli anni Sessanta del secolo scorso. E indicherei il suo inizio in Elvis Presley quando muoveva il bacino in modo erotico. In seguito è cambiato il modo di ballare da coppia a collettivo, e, subito dopo, è avvenuta la rivoluzione sessuale il cui simbolo è Woodstock, una immensa orgia collettiva con musica, sesso e droga. I rave party di oggi ne sono un pallido ricordo. E nata così l'internazionale giovanile: a undici, dodici anni i ragazzi e le ragazze entrano nel mondo giovanile che ha i suoi divi, i suoi profeti, la sua moda, la sua musica, i suoi mezzi di comunicazione da cui gli adulti sono esclusi. Lo sconvolgimento degli anni '60 è stato reso possibile da due innovazioni scientifiche nel campo medico: gli antibiotici che avevano eliminato tutte le malattie veneree (l'Aids apparirà solo negli anni '80) e i contraccettivi che hanno consentito alle ragazze di avere rapporti sessuali senza il timore di una gravidanza. Sono state le donne a fare la rivoluzione sessuale. Alla fine degli anni '80 si sono diffusi i personal computer.

Con Internet la comunicazione si è globalizzata. Da allora i progressi tecnici in questo campo sono stati rapidissimi e i giovani li hanno assimilati subito. Le persone con meno di quarant'anni si muovono con destrezza con computer, palmari e i-pod e i più giovani si comportano come se li avessero sempre conosciuti. Poi comunicano fra loro in un modo che gli adulti non conoscono e non controllano e ne ricavano un senso di superiorità verso la generazione più anziana. Però la cultura giovanile non si autoalimenta più come un tempo. Le musiche, i film, gli spettacoli televisivi e i libri, salvo qualche eccezione, sono più o meno gli stessi degli adulti. E questi hanno imparato anche loro a utilizzare Internet, le telecamere digitali e i cellulari più veloci e se non lo fanno è perché non ne sentono la necessità, non vogliono cambiare le loro abitudini. No, i progressi elettronici non hanno creato una frattura insanabile fra generazioni. Anzi ho l'impressione che, negli ultimi tempi, sia aumentata la comprensione reciproca e giovani, adulti e anziani abbiano riscoperto o stiano riscoprendo insieme alcuni valori di base: l'importanza dei sentimenti, la voglia di una educazione migliore, la concretezza, il rispetto reciproco, il gusto di una vita civile.


PER VEDERE ALTRE LETTERE-ARTICOLI E VIDEO DEL PROF. FRANCESCO ALBERONI DIGITA I TEMI QUI SOTTO:
FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO (11/11/2010 pubblicato in : LE PERLE DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO )
FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO PERLE DI SAGGEZZA DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO Sono onorato di ospitare nel mio modesto blog alcune lettere di ieri e di oggi del professore Francesco Alberoni di ...
Tanto ormai .... pubblicata da Francesco AlberoniMi è capitato molte volte di lasciare un mio amico o un mio conoscente in condizioni disastrose , o di salute, o economiche, o di carriera. - Renato Zero & Momix Tanto ormai .... pubblicata da Francesco Alberoni il giorno sabato 23 ottobre 2010 […]
PERLE DI SAGGEZZA DI FRANCESCO ALBERONI SOCIOLOGO ARCIVIO LETTERE,ARTICOLI, VIDEO Sono onorato di ospitare nel mio modesto blog alcune lettere di ieri e di oggi del professore Francesco Alberoni di cui sono amico online su Facebook. Questa mia scelta è doverosa in quanto gli scritti del Prof. […]

06 ottobre 2008