Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
BEPPE GRILLO E I GRILLINI DOVE CI PORTERANNO??

BEPPE GRILLO E I GRILLINI DOVE CI PORTERANNO??

03/03/2013

BEPPE GRILLO E I GRILLINI DOVE CI PORTERANNO??

Questo blog nasce per studiare, analizzare e commentare il fenomeno BEPPE GRILLO e il suo movimento. 

EDITORIALE

Di Gabriele Cervi

 

Credo che queste elezioni siano state per un certo senso rivoluzionarie in quanto hanno dimostrato che una buona parte dei cittadini è stufa dei politici, dei loro dinosauri, dei loro oligarchi camuffati ma sempre presenti, dello status quo , veri e propri comitati d’affari  a mo di associazione a delinquere.

Il vero vincente non c’è dubbio è stato  Grillo e i suoi giovani  grillini. E’ un movimento che ho studiato per parecchio tempo.. frequentando per un certo periodo alcuni grillini cremonesi. Mi sono poi allontanato in quanto il gruppo di allora che non è quello di oggi, era blindato ed aveva lacune democratiche. Mi ricordo che avevo anche polemizzato con lo stesso Grillo sul suo blog perché aveva chiesto a noi  grillini di aiutarlo economicamente in quanto nel movimento aveva messo oltre tempo anche denaro ecc. Il suo appello non passò.. per la protesta di molti noi grillini.  Nonostante queste piccole divergenze, ho sempre seguito con interesse il movimento di Grillo (non avendo io ambizioni di ottenere posti in politica) e quando ritenevo opportuno sul mio blog e sul suo blog  dicevo  e dico la mia in piena libertà. L’ultimo mio intervento riguardava i sindacati che grillo vorrebbe far fuori e che  invece vorrei vedere rinnovati ritornando alle vere loro origini .. e soprattutto al loro fine che era quello di tutelare i lavoratori e non  di fare business e politica  anche con soldi pubblici e a fondo perduto compromettendosi con il potere.

Grillo ha dimostrato che anche nel nostro paese si può ottenere ottimi risultati politici, ottimi consensi senza compromettersi con le corporazioni di turno, con le lobby del sindacato e con tutte quelle lobby (dicasi poteri forti) portatrici di voti, ma che in cambio poi hanno sempre condizionato i partiti e le loro consorterie. Grillo per ora è libero a questi lacci e laccioli.. se riuscirà con onestà intellettuale continuare a fare politica senza farsi condizionare, usando il buon senso che non vuol dire fare antipolitica….ma che vuol dire costruire i presupposti per dare speranza al nostro paese.. allora Grillo oltre ad aumentare i consensi…sarà artefice di unavera rivoluzione civile. Spero anche che cambi il suo modo a volte volgare di attaccare i propri avversari politici e non . Un linguaggio più corretto, educato potrebbe  far avvicinare al movimento coloro i quali oltre a credere nella onestà e nel bene comune sono per un linguaggio  eticamente corretto.

Il PD ha pagato l’ipocrisia di Bersani che prima con trucchi e trucchetti ha fatto fuori Renzi per poi riprenderlo all’ultimo minuto per ottenere i voti dei giovani e  di coloro i quali si auspicavano e si auspicano ancora un vero rinnovamento… buttando a mare i vecchi oligarchi ancora presenti e salvati appunto dal dinosauro Bersani. IL Pd potrà avere  solo nuovi consensi se riuscirà a rinnovare la propria vecchia e compromessa classe politica.

Monti e Casini hanno perso in quanto hanno fatto il lavoro sporco che i partiti non hanno voluto fare .. per non sporcarsi le mani….

Ingoia ha pagato la sua inconsistenza  infatti non aveva  e non ha una struttura organizzativa alle spalle.. si è affidato  a un Di Pietro non più credibile, un Di Pietro accentratore  paragonabile come Leader politico ai politici della prima repubblica tra l’altro alcuni da lui stesso inquisiti.  Il Pdl  ha dimostrato con il suo Leader Berlusconi   che a una parte degli italiani non interessa  il bene comune , ma che interessa solo il bene del proprio portafoglio dei propri interessi. Saprà Grillo rinnovare dalle radici il sistema obsoleto e truffaldino dei nostri partiti e dei loro oligarchi…!!?? La prova che lo attende è durissima.. ma io voglio sperare e sognare  ancora senza  però mettere sul fuoco la mia mano….!! Chi vivrà  vedrà---

RISPOSTA A BEPPE  GRILLO

Non sono d'accordo con Grillo per quanto riguarda l'eliminazione dei sindacati. Invece i sindacati dovrebbero riformarsi mettendo nei loro statuti (che sonodrammaticamente  uguali a quelli dei partiti) un codice etico. Purtroppo i sindacati non svolgono piu' con purezza il proprio ruolo a difesa dei lavoratori in quanto compiacenti con lo status quo. Essi stessi sono diventati nel corso degli anni imprenditori, datori di lavoro, hanno le mani in pasta in qualsiasi business (statale, parastatale, regionale, provinciale e comunale. Sono diventati essi stessi una piovra come i partititi. Ormai i sindacati lavorano solo per se stessi. A volte addirittura come i partiti gonfiando i loro iscritti, usando come ariete  i pensionati (verra lobby di potere per fare eleggere i soliti amici degli amici) . I sindacati ormai fanno solo marketing a loro esclusivo vantaggio. In alcune vecchie e nuove inchieste giudiziare che qui ho riversato  alcuni  sindacati sono stati accusati addirittura di associazione a delinquere.. come i loro cugini politici. Sono una costola di alcuni schieramenti politici a cui i medesimi tra l'altro non fanno mai mancare i loro voti di preferenza durante le elezioni politiche sia  a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale.  Il sindacato purtroppo nonostane i numerosi scandali che li hanno visti coinvolti a livello giudiziario non sono propensi ad un vero e proprio rinnovamento... come i partiti si credono inattaccabili, onnipotenti e come i partiti sono diventati una casta sprecando soldi pubblici, contributi pubblici a fondo perduto per foraggiare clientele di amici degli amici. In Italia purtroppo le cose non cambieranno mai se questi signori non cambieranno al proprio interno la loro non trasparente e a volte illegale status. Grillo invece di chiedere la testa dei sindacati dovrebbe  fare nuove proposte legislative innovative per costringere la lobbiy sindacale a fare solo il sindacato tutelando i lavoratori e solo i lavoratori senza fare business . Ma tutti criticano senza alla fine proporre soluzioni... vediamo poi ex sindacalisti,  ex segretari di partito che  una volta in disarmo entrano in politica e li fanno altri danni...insomma questa commistione fra politica e sindacato ha fatto e farà solo danni al paese .. e noi cittadini onesti paghiamo questi danni con le nostre tasse.. che alla fine servono a foraggiare i loro giochi di potere, il loro interessi, i loro privilegi che nulla hanno a che vedere con noi onesti lavoratori. Il precariato lavorativo ò nato sia per la malagestione politica ma anche perchè il sindacato non ha fatto nulla per evitarlo...i precari siamo tutti noi lavoratori onesti che non abbiamo più tutele.. mentre in politica e nel sindacato non esistono precari..anzi  queste due lobby sono  sempre più fiorenti in quanto vivono di contributi milionari che ricevono dalle nostre tasse... ma questo non basta .. visto che molti di loro addirittura rubano, fanno affari sporchi ecc... Cerchiamo allora di fare cambiare rotta a lorsignori...

ANCHE UN SEMPLICE PASSA PAROLA PUO' A VOLTE SENSIBILIZZARE L'OPINIONE PUBBLICA.. RIBELLIAMOCI CONTRO QUESTO STATUS QUO.. OGNUNO DI NOI PUO' FARE TANTO...

Gabriele Cervi

Il leader del Movimento 5 Stelle, durante un comizio a Brindisi, propone la sua ricetta per uno "Stato con le palle": "Le aziende devono essere di chi lavora". E ribadisce perché è sceso in campo: "Potevo starmene a casa, ma non potevo fare il pensionato mentre il mondo va allo sfacelo"

 
Eccole, le tavole della legge a 5 Stelle. Una sorta di manualetto per i neoeletti, che devono restare fedeli aldittatore Beppe Grillo: pena, l'espulsione. Ed è proprio in queste tavole della legge che si trova una risposta alla possibile e improbabile alleanza tra grillini e Partito Democratico. Il gran capo Beppe, con tutta probabilità aiutato nella "vergatura" dal guruGian Roberto Casaleggio, spiega che "i gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi". Tradotto: niente fiducia. E questo rende ardua la creazione di un governo, a prescindere dal balletto di Grillo, dagli insulti allo smacchiatore fallito, Pier Luigi Bersani, e dalle mosse del fallimentare segretario democrat. Insomma, una norma del "Codice di comportamento eletti Movimento 5 Stelle in Parlamento" (consultabile sul sito del leader) blocca la strada alle intese. Il codice, fa sapere Grillo, "dovrà essere inserito nello stesso statuto di cui il gruppo parlamentare dovrà dotarsi". Ma vediamole, una per una, queste regole a Cinque stelle (un elenco di 18 punti).Le regole: "Niente tv, quello che dite alla Camera lo decido io, rotazione frenetica delle cariche, stipendio dimezzato ed espulsioni online"

Rotazione delle cariche- In nome del principio della democarazia diretta e in nome della volontà di tagliare la Casta, ecco che i neo deputati e senatori dovranno sottostare alla rotazione trimestrale della carica di presidente di gruppo e di portavoce. Inoltre dovranno "rifiutare l'appellativo di onorevole e optare per il termine cittadina o cittadino". 

Divieto "di tv" - Confermato il divieto di partecipare ai talk show televisivi: insomma, niente contraddittorio per i Parlamentari a 5 Stella. La comunicazione viene affidata al canale YouTube, dove il Codice prevede che le votazioni parlamentari vengano "motivate e spiegate giornalmente con un video" (in ossequio alla inesistente trasparenza). I grillini creano un precedente: i parlamentari, di fatto, non dovranno rispondere agli italiani di quello che fanno. Basta un video. Roba che soltanto Bin Laden...

Comunica il leader - Beppe Grillo si riserva la facoltà di coordinare la comunicazione delle attività parlamentari. Il codice recita: "Il Regolamento della Camera dei Deputati e del Senato prevede che a ciascun gruppo parlamentare vengano assegnati dall'Ufficio di Presidenza contributi da destinarsi agli scopi istituzionali riferiti all'attività parlamentare, nonché alle 'funzioni di studio, editoria e comunicazione ad essa ricollegabili'. La costituzione di due 'gruppi di comunicazione', uno per la Camera e uno per il Senato, sarà definita da Beppe Grillo in termini di organizzazione, strumenti e di scelta dei membri, al duplice fine di garantire una gestione professionale e coordinata di detta attività di comunicazione, nonché di evitare una dispersione delle risorse per ciò disponibili. Ogni gruppo avrà un coordinatore con il compito di relazionarsi con il sito nazionale del M5S e con il blog di Beppe Grillo". Insomma, decide tutto il dittatore a Cinque Stelle. E se ancora non bastasse, il Codice aggiunge: "La concreta destinazione delle risorse del gruppo parlamentare ad una struttura di comunicazione a supporto delle attività di Camera e Senato su designazione di Beppe Grillo deve costituire oggetto di specifica previsione nello Statuto di cui lo stesso gruppo parlamentare dovrà dotarsi per il suo funzionamento. E' quindi necessaria l'assunzione di un esplicito e specifico impegno in tal senso da parte di ciascun singolo candidato del M5S al Parlamento prima delle votazioni per le liste elettorali con l'adesione formale a questo documento".

Il condannato si dimette -  Nel capitolo "Trasparenza" si prevedono "votazioni in aula decise a maggioranza dei parlamentari del M5S". Ma non solo. Si specifica che "obbligatoriamente se condannato, anche solo in primo grado", ci si deve dimettere. Mentre "nel caso di rinvio a giudizio sarà invece sua facoltà decidere se lasciare l'incarico". Le norme obbligano inoltre a una "rendicontazione delle spese mensili per l'attività parlamentare", dai viaggi, al vitto, agli alloggi, etc.

Lo stipendio - Per quel che riguarda la retribuzione dei Parlamentari a 5 stelle, si stabilisce che "l'indennità parlamentare percepita dovrà essere di 5 mila euro lordi mensili, il residuo dovrà essere restituito allo Stato insieme all'assegno di solidarietà (detto anche di fine mandato). I parlamentari avranno comunque diritto a ogni altra voce di rimborso tra cui diaria a titolo di rimborso delle spese a Roma, rimborso delle spese per l'esercizio del mandato, benefit per le spese di trasporto e di viaggio, somma forfettaria annua per spese telefoniche e trattamento pensionistico con sistema di calcolo contributivo".

Iniziativa dal basso- Le tavole della legge di Beppe prevedono anche che "le richieste di proposte di legge originate dal portale del Movimento 5 Stelle attraverso gli iscritti dovranno obbligatoriamente essere portate in aula se votate da almeno il 20% dei partecipanti. I gruppi parlamentari potranno comunque valutare ogni singola proposta anche se sotto la soglia del 20%".

Come ti siluro

- Ovviamente, si parla delle tanto dibattute espulsioni, che hanno già contraddistinto la giovane storia del movimento. A decidere su quelle che possono risultare "palesi violazioni"  delle regole di comportamento, e quindi sulle conseguenti espulsioni, saranno "i parlamentari del M5S riuniti, senza distinzione tra Camera e Senato" che potranno "proporre l'espulsione di un parlamentare del M5S a maggioranza". E ancora: "L'espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on-line sul portale del M5S tra tutti gli iscritti, anch'essa a maggioranza".

RIFORMIAMO I SINDACATI

PADRONALI


RSS feed  I SINDACATI SEMPRE PIU'

 LONTANI DAI

LAVORATORI

Post recenti

Senza seggio, «consolati» dai maxi-vitalizi I...


Grillo: quelli della sinistra fanno

mercato delle vacche|

Beppe Grillo lo aveva già detto, ma oggi lo ha ripetuto con parole sempre più chiare, sempre più pesanti. Mai con il Pd. Due giorni fa aveva parlato di Pier Luigi Bersani come di "uno stalker politico, un morto che cammina". Oggi, ritorna all'attacco ancora più agguerrito. Dice: "Questi (del Pd) hanno la faccia come il culo. I vertici del pdmenoelle si stanno comportando come dei volgari adescatori". Lo scrive su twitter Beppe Grillo che poi sul suo blog rincara la dose: "In questi giorni è in atto il mercato delle vacche. Al M5S arrivano continue offerte di presidenze della Camera, di commissioni, persino di ministri. Il Pdmenoelle ha già identificato a tavolino le persone del M5S per le varie cariche dando loro la giusta evidenza mediatica sui suoi giornali e sulle sue televisioni. E’ il solito modo puttanesco di fare politica. Per attuarlo però ci devono essere persone disposte a vendersi. E il M5S, i suoi eletti, i suoi attivisti, i suoi elettori non sono in vendita". 

Fuori dalla storia - Grillo è come sempre un fiume in  piena: "Bersani è fuori dalla storia e non se ne rende conto - prosegue Grillo - i giochini sono finiti e quando si aprirà la voragine del Monte dei Paschi di Siena forse del pdmenoelle non rimarrà neppure il ricordo. Renzi che come uniche credenziali ha quelle di aver fatto il politico di professione senza nessun risultato apprezzabile ora si candida a premier, ma non aveva perso le primarie? Questi hanno la faccia come il culo".   Per la sua elezione - continua - "Bersani e Errani sono convinti di avere il sostegno decisivo di molti senatori 5 Stelle. Il lavoro di scouting sarebbe andato in porto." In altre parole i vertici del pdmenoelle si stanno comportando come dei volgari adescatori. Questa è politica? Fare compravendita? Affermare una cosa il giorno prima e contraddirsi il giorno dopo per convenienza post elettorale? Il M5S è composto da persone responsabili che vogliono un cambiamento radicale della morale pubblica, fermarlo è impossibile, in particolare con i soliti giochini da palazzo. Il M5S voterà in aula ogni legge che risponda al suo programma, non farà alleanze. Questo impegno: "I gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi" è presente nel Codice di comportamento degli eletti portavoce del MoVimento 5 Stelle in Parlamento. E’ stato firmato da tutti i candidati e reso pubblico agli elettori prima delle elezioni, Queste regole erano note a tutti, al politburo del pdmenoelle compreso. Se il pdmenoelle vuole trasformare Camera e Senato in un Vietnam il M5S non starà certo a guardare".   "Nessuna trattativa nè calcoli sottobanco. Il Pd gioca a viso aperto". è la replica arrivata dai democratici.

Casaleggio chiude le porte al Pd:

"No ad alleanze, presto governeremo noi"

Il guru non vuole entrare nei giochi per il governo:

"Napolitano scelga, noi restiamo fuori da queste cose.

Vorrei vedere presto un esecutivo a Cinque Stelle"

Si attendeva da tempo la posizione del guru, del silenziosoGianroberto Casaleggio sulla posizione delMovimento Cinque Stelle nella bagarre post voto. La risposta arriva sul The Guardian, il quotidiano progressista inglese. Casaleggio chiude le porte e lascia il gioco in mano a Pd e Pdl: "Se un governo è messo insieme, formato da altre parti, il movimento Cinque Stelle voterà per tutto ciò che è parte integrante del suo programma. Il presidente della Repubblica decide a chi dare il mandato e se esistono le condizioni per la formazione di un governo in grado di ottenere la fiducia. Noi non vogliamo entrare in questo processo". 

Guru nell'ombra - Il guru sta alla finestra e osserva cosa accade, ma non ha volglia di prendersi responsabilità di governo. Una posizione quella di Casaleggio che è in linea con quella di Grillo, ma un pò distante da quella degli elettori del M5S che vogliono un accordo per governare. E sulle critiche piovute sul bolg di Beppe, Casaleggio risponde: "A commentare non ci sono solo i membri del MoVimento Cinque Stelle. Dunque, il fatto che qualcuno scriva qualche commento [di segno contrario] non vuol dire che le persone nel M5S non condividano la linea del movimento". Infine avverte gli eletti a Cinque Stelle: "Non associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi. Lo sapevano fin dall’inizio”. I grillini sono avvisati. 

    • RIFORMIAMO I PARTITI E I

       SINDACATI

         
                                           
                                 
       
                                    GRUPPO 
    • FONDATO 
    • SU
    •  FACEBOOK:

     DIGITA QUI SOTTO PER 

    ENTRARE E

    VISIONARE IL

    NOSTRO GRUPPO.

    SE POI LO TROVI

     INTERESSANTE

    CHIEDI L'ADESIONE