Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di cervigabriele.over-blog.it

Blog di cervigabriele.over-blog.it

Menu
VIRUS SLOT  APPELLO alle autorità. Grazie a Bebe Vio che ha messo il Suo importante mi piace . AVANTI.

VIRUS SLOT APPELLO alle autorità. Grazie a Bebe Vio che ha messo il Suo importante mi piace . AVANTI.

Se vi state chiedendo se si può prendere il Coronavirus dagli smartphone, PC e Tablet  non proprio puliti, sappiate che il rischio c'è e bisogna pulirli adeguatamente.

i - una delle  indagini più significative è del 2015, firmata dall'università della California del Sud - ci hanno spiegato come i dispositivi siano sette volte più sporchi del water: se la tazza del bagno conteneva circa tre diversi tipi di batteri e specie fungine i telefoni cellulari e le tastiere analizzati vantano, in media, dai dieci ai 12 tipi di batteri e funghi.
 

 

AGGIORNAMENTO.

Credo che La Regione Lombardia sia intenzionata a fare chiudere tutto, salvando solo i supermercati e le farmacie almeno per 2 settimane . Linea dettata dal buon senso . Spero che si concretizzi, anche perché gli Ospedali Lombardi sono al collasso.
Mi permetto nella mia veste di cittadino e nella mia modesta veste di volontario che opera senza scopo di lucro nel sociale di aggiungere una cosa: a parere mio le edicole e i trasporti dovrebbero restare aperti in quanto l'informazione e gli alimenti in primis in questi casi sono fondamentali per non creare ulteriore PANICO .

 

Non ci devono essere realtà economiche di serie A e di serie Z.
VIDEO LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA
DOTT. ATTILIO FONTANA.
Egregio Presidente,
mi rivolgo a Lei con questo video"https://www.youtube.com/embed/QyJ5CEo2ws4"
sottoforma di interrogazione per segnalare alcune incongruenze che ho riscontrato nel leggere le ultime normative ministeriali per contrastare e circoscrivere il corona virus.
Mi sembra alquanto perlomeno singolare che Bar, Osterie, Trattorie, , Tabaccai ecc possano rimanere aperti fino alle 18 quando per i negozi è stata prevista la chiusura nei fine settimana.
Mi lascia poi perplesso che nei locali sopramenzionati (molti tra l’altro ancora nonostante la recente legge, ATTIVI nelle vicinanze di punti sensibili) non sia stato vietato giocare alle slot.
Questo contrasta ,a pare mio, con la recente ordinanza ministeriale dove si ordina su tutto il territorio di chiudere le sale slot lasciando però libero accesso nei locali con slot.
.
Si sa poi che le tastiere dei computer dei telefonini ma anche delle slot sono fonte di germi e di batteri…dove il coronavirus potrebbe dimorare allegramente. Si vieta ai cristiani di andare a messa per paura di contagio e nel contempo la popolazione può giocare allegramente alle slot machine magari le stesse molte vicino alle chiese.. E’ più importante il dio denaro generato dalle slot che la nostra religione.!!
ME LO LASCI DIRE: MIO DIO CHE VERGOGNA!!.
Confido in LEI.. NELLA SPERANZA CHE SI POSSA PRENDERE IN SERIA CONSIDERAZIONE QUESTA MIA INTERROGAZIONE CHE HA UNICAMENTE COME SCOPO IL BENE DI TUTTI AL DI SOPRA DELLE PARTI e del BUSINESS..
Cordiali Saluti.
(Gabriele Cervi)
(Presidente Associazione in Cammino con S.Francesco la Cascinetta didattica )
Se vi state chiedendo se si può prendere il Coronavirus dagli smartphone, PC e Tablet non proprio puliti, sappiate che il rischio c'è e bisogna pulirli adeguatamente.
i - una delle indagini più significative è del 2015, firmata dall'università della California del Sud - ci hanno spiegato come i dispositivi siano sette volte più sporchi del water: se la tazza del bagno conteneva circa tre diversi tipi di batteri e specie fungine i telefoni cellulari e le tastiere analizzati vantano, in media, dai dieci ai 12 tipi di batteri e funghi.
Gabriele Cervi

 

Gli esercizi commerciali del Lazio hanno 18 mesi di tempo per togliere gli apparecchi da gioco che violano il distanziometro, i titolari delle sale dedicate 4/5 anni.

Dopo diversi giorni di attesa, è stato pubblicato, sul Bollettino ufficiale regionale, il testo del cosiddetto "Collegato di bilancio", approvato nella sua interezza dal consiglio regionale del Lazio il 21 febbraio e comprensivo di una serie di misure per gli esercizi di gioco, che vanno a modificare la legge in materia del 2013.
 
In primis, rendendo retroattiva la normativa vigente anche per le attivtà di gioco già autorizzate alla data di entrata in vigore del Collegato: entro i diciotto mesi successivi per gli apparecchi installati in esercizi pubblici commerciali ed entro i quattro anni successivi, ovvero entro i cinque anni successivi nel caso di autorizzazioni decorrenti dal 1° gennaio 2014 per le sale da gioco, oltre che per le nuove concessioni.
Senza dimenticare che "in caso di contrasto tra le disposizioni di cui al comma 1 e le disposizioni comunali, si applicano le norme più restrittive".
Unica nota positiva la non applicazione del distanziometro "agli sportelli e ai picchetti degli allibratori all’interno degli ippodromi, limitatamente alle scommesse relative alle corse dei cavalli nelle giornate in cui si svolge il programma di corse dell’ippodromo".
 
Scorrendo il testo della legge "Misure per lo sviluppo economico, l'attrattività degli investimenti e la semplificazione" all'articolo 15 poi si evidenzia la modifica alle modalità di calcolo del distanziometro, con la sostituzione del termine 'distanza' con 'raggio' per "garantire una lontananza maggiore degli esercizi con slot machine rispetto ai luoghi sensibili", almeno nelle intenzioni dei consiglieri regionali proponenti.
Inoltre, la dicitura "Slot free-RL” utilizzata per indicare gli esercizi privi di apparecchi è stata sostituita da “No Slot-RL".
 
IL TESTO INTEGRALE SUL GIOCO - Art. 15 (Modifiche alla legge regionale 5 agosto 2013, n. 5 “Disposizioni per la prevenzione ed il trattamento del gioco d’azzardo patologico (Gap)” e successive modifiche) 1. Alla l.r. 5/2013 sono apportate le seguenti modifiche: a) all’articolo 4: 1) al comma 1, le parole: “una distanza” sono sostituite dalle seguenti: “un raggio”; 2) al comma 1 bis: 2.1 le parole: “altri luoghi sensibili oltre a quelli previsti” sono sostituite dalle seguenti: “ulteriori limitazioni a quelle previste”; dopo le parole: “impatto sul territorio” sono inserite le seguenti: “, della distribuzione oraria”; 2.3 le parole: “e del disturbo della quiete pubblica.” sono sostituite dalle seguenti: “e delle esigenze di tutela della salute e della quiete pubblica.”; 3) dopo il comma 1 bis sono inseriti i seguenti: “1 ter. In caso di contrasto tra le disposizioni di cui al comma 1 e le disposizioni comunali, si applicano le norme più restrittive. 1 quater. Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano agli sportelli e ai picchetti degli allibratori all’interno degli ippodromi, limitatamente alle scommesse relative alle corse dei cavalli nelle giornate in cui si svolge il programma di corse dell’ippodromo.”; b) all’articolo 5: 1) alla rubrica le parole: 'Slot free-RL' sono sostituite dalle seguenti: 'No Slot-RL'; 2) al comma 1 le parole: 'Slot free-RL' sono sostituite dalle seguenti: 'No SlotRL'; c) dopo il comma 2 dell’articolo 6 è inserito il seguente: "2 bis. Ai fini di cui ai commi 1 e 2, i comuni trasmettono all’Osservatorio, entro un anno dalla data di approvazione della presente disposizione, una mappatura, da aggiornare annualmente, delle sale da gioco autorizzate sul proprio territorio, tenendo conto delle limitazioni di cui all’articolo 4.”; d) dopo l’articolo 11 è inserito il seguente: “Art. 11 bis (Disposizioni transitorie) 1. Le limitazioni di cui all’articolo 4 si applicano anche agli esercizi pubblici e commerciali nonché alle sale da gioco già esistenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione. 2. Gli esercenti che, alla data di entrata in vigore della presente disposizione, gestiscono apparecchi per il gioco d’azzardo collocati all'interno di esercizi pubblici commerciali o di sale da gioco si adeguano, entro i diciotto mesi successivi a tale data, a quanto previsto all’articolo 4, anche attraverso la rimozione degli apparecchi stessi, in coerenza con quanto stabilito nell’Intesa sancita dalla Conferenza unificata del 7 settembre 2017 concernente le caratteristiche dei punti di raccolta del gioco pubblico. 3. Le limitazioni di cui all’articolo 4 si applicano alle nuove concessioni in materia di apparecchi da gioco di cui all’articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del regio-decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) e successive modifiche, e ai titolari delle sale da gioco esistenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, che si adeguano entro i quattro anni successivi a tale data, ovvero entro i cinque anni successivi alla medesima data nel caso di autorizzazioni decorrenti dal 1° gennaio 2014. 4. I comuni possono prorogare fino a quattro anni il termine di cui al comma 2 per la rimozione degli apparecchi per il gioco d’azzardo qualora gli stessi siano collocati all’interno dell’unico esercizio di vendita al dettaglio di prodotti alimentari o dell’unico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande esistente nel territorio comunale.”.
 
98 miliardi di euro condonati perché?
Uno sguardo satirico sullo sconto di 98 mld di euro operato dal governo Letta a favore delle concessionarie del gioco d'azzardo. Tutto il materiale utilizzato per la realizzazione del video è stato reperito in rete.
 




 

Lombardia, c'è anche il virus dell'azzardo

27 febbraio 2020

Eccovi i comuni lombardi top Ten nelle varie tipologie di azzardo



La Lombardia è alle prese non solo con il coronavirus, ma anche con un virus anche più letale, quello dell'azzardo.
Nel 2019, secondo i dati forniti dall'Agenzia delle Dogane e dei Mo
Invochiamo una quarantena, anzi una moratoria. Che dite?
shinystat.cgi?USER=cervigabriele