I giudici del tribunale distrettuale dell'Aia hanno stabilito che l'Autorità olandese di gioco, la Kansspelautoriteit, ha il diritto di imporre pesanti sanzioni agli operatori che violano le leggi di gioco d'azzardo olandese. La Corte ha respinto i ricorsi presentati da alcune società bookmaker con licenza maltese, sanzionate per centinaia di migliaia di euro dalla Kansspelautoriteit. I funzionari della Corte hanno confermato che l'Autorità olandese  nel giusto in quanto il gioco d'azzardo online nei Paesi Bassi è proibito, a meno che il rispettivo operatore non abbia una licenza con il Kansspelautoriteit. Sebbene sia ormai impossibile agli operatori internazionali di gioco d'azzardo ottenere una licenza nei Paesi Bassi, poiché il quadro normativo del paese non contiene tale disposizione. All'inizio di quest'anno la Kansspelautoriteit ha confermato di adottare un approccio più rigoroso per affrontare gli operatori illegali di gioco, aumentando le eventuali multe fino ad un massimo di 820.000 euro. Inoltre, il mese scorso ha presentato un nuovo set di regolamenti che vieta agli operatori e agli affiliati di reindirizzare giocatori olandesi dai domini web olandesi a siti di gioco internazionali, imponendo multe a quegli operatori che non aderiscono alle nuove regole. Di conseguenza, numerosi operatori hanno scelto di lasciare volontariamente il mercato del Gaming olandese, anziché aprirsi a potenziali multe.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.